AITRRICOLASHISEIDO1A CLASSE - ALVIERO MARTINITOURING CLUB ITALIANOBFGoodrichJEEPMASTERCARDESERCITO ITALIANO

11/09/2019 - LASCIAMO LE MALDIVE

Il mio soggiorno maldiviano è, ormai, giunto al termine. Il tempo è trascorso velocemente, scandito da albe e tramonti e dal canto degli uccellini locali.
Ma di questo paese, noto principalmente per i suoi paesaggi da cartolina, mi è rimasto particolarmente impresso un aspetto meno noto: la vita dei maldiviani nelle loro piccole isole, non ancora rese patinate dai resort. È il caso di Mandhoo, colorata isoletta nell’atollo di Ari, che abbiamo avuto la fortuna di visitare accompagnate da ragazzi locali. Fitta vegetazione di palme da cocco, stradine sterrate, case dai colori sgargianti e abitanti pronti a chiacchierare con noi e ad accoglierci nelle loro case. Un’ospitalità quasi inaspettata. Abbiamo avuto la fortuna di assaggiare i veri piatti della cucina tradizionale a casa di Ibrahim ed abbiamo bevuto un ottimo caffè nell’unico bar dell’isola, abbiamo collaudato le “poltrone” (comode ma non comodissime) fatte di rete da pesca e paletti di ferro ed abbiamo scacciato i mosquitos bruciando un cocco.
Non dimenticherò facilmente queste mie giornate maldiviane, ma a Donnavventura le esperienze si susseguono con velocità estrema, dunque è già tempo di fare spazio, nella mente e nel cuore, a nuovi ricordi e nuove sensazioni. Un volo con scalo in Qatar ci ha portato, infatti, fino in Giordania. Io ho già visitato questo meraviglioso paese qualche mese fa, ma sono stata ben felice di farvi ritorno. Anche qui, ciò che mi era rimasto impresso, era il valore dato all’ospitalità. Oggi, a riprova di ciò, siamo state accolte da una famiglia beduina per bere un buonissimo tè e farci raccontare un po’ della quotidianità e delle tradizioni di questo popolo antico. È stato intenso e coinvolgente sedersi all’interno della loro tenda per ascoltare, affascinate, le loro storie, raccontate con fierezza, davanti agli occhi – curiosi, neri e felici- di una bambina in braccio alla sua mamma.

Scroll