ATTENZIONE!

Per un corretto funzionamento, questo sito necessita del supporto
JavaScript attivato nel tuo browser!

English version

[torna all'indice dei comunicati stampa]



Donnavventura

19/10/2012 - DALLA NUOVA CALEDONIA ALL’ISOLA DI PASQUA

DONNAVVENTURA® 2012
Alla scoperta dell’Oceano Pacifico: dalla Terra del Fuoco all’Equatore

TERZA PARTE DI VIAGGIO
“VIAGGIO NEL BLU DEL PACIFICO”


L’avvincente tranche di spedizione oltreoceano è partita dalla turchese laguna caledoniana. Quaranta giorni di viaggio, sette fusi orari e ben venti voli aerei, per visitare quattro paesi; c'è da dire che tanto “pacifica” questa parte di viaggio non lo è stata!

Nouméa, la moderna capitale della Nuova Caledonia, è divenuta base operativa della spedizione e punto di partenza per le varie isole coralline circostanti, dall’Isola dei Pini alle più lontane Lifou e Ouvéa. Il team qui ha avuto a disposizione un pick up Mitsubishi e questo ha contribuito a far sentire le nostre donnavventura un po’ come a casa, complice anche per il fascino un po’ provenzale di Grand Terre.

È proprio qua, in Nuova Caledonia, che il team ha avuto un primo ”assaggio” di quella che è la cultura del Sud del Pacifico e ha fatto conoscenza con i kanak, la popolazione autoctona, che oggi tuttavia rappresenta una minoranza. Giorno dopo giorno la squadra ha familiarizzato con gli usi, la cucina e le tradizioni dei clan locali. Peccato solo che il tempo sia incredibilmente mutevole e spesso il paesaggio si tinga di grigio.

Tuttavia, per poter apprezzare ancor più le acque cristalline della laguna e scoprire selvaggi angoli di paradiso completamente disabitati, il team non poteva farsi mancare una crociera in catamarano!
Qualche giorno di navigazione ed è già tempo di ripartire, stavolta per le isole Fiji, dove il team viene accolto da un caloroso “Bula”, “Ciao” in fijiano, entrato ben presto anche nel vocabolario delle nostre
donnavventura.

Ciò che colpisce maggiormente il team qua alle isole Fiji sono i contrasti fra le nere rocce basaltiche, le spiagge color champagne e la natura di un verde intenso pressoché incontaminata e fittissima. Gli isolotti che circondano Viti Levu, l’isola principale, regalano paesaggi degni di veri e propri set cinematografici. Non a caso, proprio su queste isole, sono state girate varie pellicole di successo come
“Laguna Blu” e più recentemente “Castaway”. Così le neoreporter si ritrovano quasi senza volere sulle orme di questi appassionanti film.
Ma è soprattutto l’accoglienza di questa popolazione a colpire le donnavventura dritte al cuore. Peccato per qualche tempesta tropicale che ruba il sole per qualche ora, ma che si fa perdonare regalando arcobaleni e tramonti indimenticabili.

E poi arriva lei, la Polinesia, che conquista definitivamente le nostre donnavventura. Fra loro c’è anche chi ci farebbe un pensierino a restare qua a vivere per un po’.

Il fascino della Polinesia è difficile da descrivere. È un insieme di paesaggi spettacolari, profumi, perle, danze, vento e ogni isola è capace di dischiudere questi ingredienti in una combinazione unica e sorprendente.
È nei pressi di Tahiti che il team ha vissuto una delle esperienze più forti e toccanti della spedizione: quella del bagno con le megattere. Un balenottero e sua madre per la precisione, che hanno trascorso un’ora a nuotare con le nostre ragazze incredule e al colmo della gioia.

Taha’a, Moorea, Bora Bora, con le loro splendide lagune coralline, sono le altre isole visitate dalle neoreporter e non c'è da stupirsi che le abbiano fatte perdutamente innamorare.

L’esperienza polinesiana nondimeno è servita al team per riscoprire un nuovo brio e una nuova complicità e il sole che "baciava" le sue isole ha portato una nuova ondata di colore alla spedizione.

Anche questa volta lasciare queste isole indimenticabili non è stato facile per il team, tuttavia di questa esperienza resterà un ricordo indelebile, marchiato sulla stessa pelle delle nostre donnavventura.

E dall’esplosiva bellezza polinesiana il team è passato alla mistica e sperduta Isola di Pasqua, Rapa Nui, fra vulcani e moai. Impossibile resistere alla sua magia.

In un attimo la squadra viene teletrasportata in un passato lontano, rivivendo l’atmosfera di una civiltà vissuta ai confini del mondo. Un luogo incantato e isolato, per fortuna non ancora alterato dal turismo di massa. Anzi, sono davvero pochi i viaggiatori che si avventurano fin qua e anche Donnavventura non ha resistito al richiamo di Rapa Nui. Si conclude cosi, su questo isolotto lontano, l'avventura delle nostre ragazze nell'Oceano Pacifico, ma la spedizione continua...