1A CLASSE - ALVIERO MARTINIRICOLARTL 102.5HOTELPLANMITSUBISHISHISEIDOAITRTOURING CLUB ITALIANOESERCITO ITALIANO

22/07/2018 - LA THUILE - La scelta

La fine di questo avventuroso weekend è arrivata, si inizia la giornata con il sole, l’emozione e la consapevolezza che forse tra qualche ora si tornerà alla normalità della vita di tutti i giorni.
Il cervello è invaso da pensieri e la paura che tutto possa finire è tanta.
Per questa ultima colazione siamo state coccolate da una brioche calda che ci ha dato la carica per affrontare le ultime due prove: il summer beach e il personal show.
Per la prima abbiamo dovuto indossare un costume e fare foto facendo finta di essere in spiaggia, per la seconda ognuna di noi aveva a disposizione circa un minuto per cercare di conquistare, per l’ultima volta, la commissione di Donnavventura.
Al termine generale delle prove, durante il pranzo a base di polenta, che tra l’altro mi ha fatto tornare per un attimo a casa, con mamma ai fornelli, l’ansia era palpabile; davvero si era arrivati alla fine, si sarebbe rimasti dopo poche ore in 8…da 80 in 8, anzi da 3000, in 80, in 8 e una di quelle otto sono proprio io, Annabruna, la piccola sognatrice di Chieti.
Quando Maurizio ci ha radunate tutte nel tendone al campo base ed ha iniziato a chiamare le ragazze scelte il mio cuore lo sentivo in gola, ma appena ho sentito “numero 14” non ho potuto fare a meno di scoppiare a piangere per la gioia.
Tutte le altre ragazze stavano tornando a casa mentre io, insieme ad altre sette, avevo l’opportunità di passare una vera settimana di addestramento da Donnavventura.
Arrivate in hotel (non mi sembrava vero di poter dormire di nuovo in un letto ed avere a disposizione una doccia con acqua calda) mi trovavo ancora spaesata, dovevamo parcheggiare le macchine, scaricarle, salire i bagagli… tutto stava prendendo davvero forma!
Radunate nella sala dell’hotel abbiamo fatto qualche chiacchiera e non so spiegare quanto mi sono trovata bene, anche conoscendole da poco, con le altre ragazze. Un’atmosfera magica.
Dopo la deliziosa cena, perché passare dal campo al ristorante è una bella botta, ci siamo fatte una passeggiata per La Thuile e devo dire che non ridevo così di gusto da un bel po’.
Attualmente sono nel mio letto d’hotel, con la mia compagna di stanza Annamaria ad aspettare la buonanotte per radio con la pelle d’oca e l’entusiasmo di un bimbo che riceve la sua prima macchina telecomandata! Arrendersi mai!

A domani e buonanotte Annabruna!

Scroll