RICOLAJEEP1A CLASSE - ALVIERO MARTINIMASTERCARDSANDISK
 

Giro in barca

Questa mattina ci siamo svegliate con un bellissimo sole e quindi, dopo aver fatto colazione in barca, siamo andate a fare un meraviglioso tour su un caratteristico gozzo. A guidarlo, il simpatico Nello che ci ha portato a fare il giro dell’isola spiegandoci e raccontando tante curiosità.
La prima tappa è stata la Grotta Azzurra, una grotta marina naturale. Siamo salite su delle piccole e tradizionali barchette a remi. Per entrare nella grotta ci siamo dovute sdraiare sul fondo della barca in quanto l’ingresso della grotta era molto piccolo. Il marinaio con una mossa molto decisa si è aiutato con una catena attaccata alla roccia per entrare nella grotta. Appena entrate ci siamo trovate davanti ad uno spettacolo unico. Dei riflessi cristallini riflettevano sotto la barca, l’acqua trasparente e di un color turchese da lasciarci senza parole. I marinai delle varie barchette hanno iniziato ad intonare varie canzoni tra cui “Volare” e noi ragazze ci siamo divertite molto a cantare con loro.
Appena uscite abbiamo raccontato la nostra emozione provata nel vedere tanta meraviglia.
La tappa successiva è stata una bellissima caletta con dei resti romani. Anche qui siamo rimaste colpite dalla limpidezza dell’acqua.
Nello ci ha poi portato alla Grotta Verde che deve il suo nome alla colorazione delle sue acque.
Poi siamo passate sotto il faro di Punta Carena che avevamo già visto ieri ma è stato ancora più bello poter ammirare la sua imponenza dal mare.
Molto emozionante è stata la navigazione vicino ai Faraglioni, imponenti scogli rocciosi che emergono dalle acque turchesi, raggiungibili solo via mare. Ogni scogli ha un nome: quello più vicino alla riva Saetta, quello centrale Stella, quello esterno Scapolo.
Siamo state poi in un posto esclusivo, conosciuto solo dai capresi : lo scoglio dello smeraldino. Uno scoglio con una forma particolare circondato da acque cristalline.
Prima di terminare il nostro tour, Nello ci ha fatto conoscere il suo “amico” Gennarino, una statua di uno scugnizzo che saluta verso Napoli. La tradizione vuole che i visitatori appena giunti sull’isola di Capri salutino il ragazzo.
Terminato il nostro emozionante giro in barca, siamo andate a mangiare una deliziosa grigliata di pesce al ristorante “Panorama”. Il nome rispecchia in pieno la fantastica vista sul mare.
Passeggiando per le vie del centro, abbiamo incontrato una signora molto gentile, la proprietaria della casa vacanze Maruncella che ci ha invitato a salire sul suo balcone panoramico. Da lì abbiamo potuto ammirare ancora una volta una vista sul mare da togliere il fiato.
Dopo il pranzo, siamo passate per il centro di Anacapri che ancora non avevamo avuto la possibilità di visitare. Tanti bei negozi e botteghe di artigiani dei famosi sandali capresi.
Tappa successiva è stata Marina Piccola. Qui abbiamo incontrato il signor Vito, personaggio molto conosciuto nella zona. Ci ha raccontato qualcosa della sua vita, ci ha presentato il suo affettuosissimo gatto e ci ha cantato delle canzoni su Capri. È stato veramente piacevole passare dei momenti con lui. Ognuna di noi ha poi raccontato delle curiosità su Capri.
Non poteva mancare una bella passeggiata per le vie dello shopping di Capri e poi un aperitivo, rigorosamente analcolico, allo storico bar Tiberio in piazzetta.
A cena siamo state in un locale storico di Capri: Villa Verde. Appena arrivate siamo rimaste sorprese dalla quantità di foto che ritraevano tutti i personaggi famosi che erano stati a mangiare lì. Devo dire che è stata una cena veramente ottima. Abbiamo mangiato uno squisito filetto di pesce all’acquapazza e per concludere un assaggio di dolci tipici napoletani.
Un po’ stanche ma contente della giornata, chiacchierando per le vie del centro, siamo rientrate in barca per riposare ed affrontare al meglio una nuova giornata ricca di emozioni.

 
Scroll