RICOLAJEEP1A CLASSE - ALVIERO MARTINISANDISK
 

Tokyo, palazzo imperiale e grandi riproduzioni

Il programma di oggi prevede come prima tappa il centrale quartiere Chiyoda, dove si trova il palazzo imperiale, che è la residenza permanente della famiglia imperiale. È Immerso in un’oasi verde che si estende per oltre un chilometro quadrato, tra parchi e giardini.
È di costruzione molto recente, poiché il palazzo precedente venne distrutto durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale. Del complesso originale rimangono le mura fortificate e il fossato.
E' una zona molto bella e tranquilla, amata dai runner che seguono il periplo delle mura per fare allenamento.
Lasciamo il palazzo imperiale e raggiungiamo il vecchio mercato del pesce di Tsukiji. La vendita all’ingrosso è stata spostata in un’area più moderna e attrezzata, ma restano le viuzze con la vendita al dettaglio, i negozietti che di alghe e pesce essiccato, e i mille ristoranti che offrono specialità di pesce e di carne. E’ il luogo perfetto per curiosare e, ovviamente, per pranzare!
La nostra giornata prosegue sull’isola artificiale di Odaiba, dove si trova l’installazione a grandezza naturale di Gundam, uno dei robot più popolari tra gli appassionati di anime.
Si presenta in due modalità leggermente differenti, Unicorn e Destroyer. Nella prima ha un unicorno corno posizionato sulla testa, nella seconda il corno si apre e si trasforma nel classico stemma a V. Subisce alcune piccole trasformazioni durante la giornata, mentre alla sera la statua che è di colore bianco, si cambia colore illuminandosi di verde giallo o rosso
La prima versione della statua fu installata nel 2009 per celebrare i trent’anni dalla creazione di Gundam, era alto 18 metri.
Odaiba è una meta molto frequentata dagli abitanti della città e dai turisti, ed famosa per i suoi centri commerciali, ristoranti, attrazioni all'avanguardia e musei, tutti facilmente raggiungibili a piedi.
La forma futuristica di Fuji Television l’ha resa immediatamente riconoscibile, grazie all’enorme sfera sospesa, all’interno della quale si trova Sala Sferica di Osservazione di HACHITAMA che offre un panorama a 270 gradi su Odaiba e sulla baia di Tokyo. La vista notturna è particolarmente suggestiva.
Di fronte al Rainbow Bridge, che collega Odaiba alla città, si trova la replica della Statua della Libertà. Eretta nel 1998 come tributo temporaneo all’amicizia tra Giappone e Francia, la statua divenne così popolare che fu resa monumento permanente nel 2000.
La Statua della Libertà, infatti, è il simbolo di New York ma fu donata dalla Francia in segno di amicizia, e sorge sull’isola di Liberty Island, nella baia Manhattan, e fu inaugurata nel 1886.
Il Rainbow Bridge è uno dei ponti più noti di Tokyo, può anche essere percorso a piedi con una passeggiata di poco più di mezz'ora.
Puntiamo al quartiere di Ginza e per raggiungerlo prendiamo la metropolitana. Tra l’altro la nostra tratta, è completamente sopraelevata, ci godiamo il panorama della baia e dei palazzi prima di arrivare a destinazione.
Facciamo un breve giro nelle retrovie di Ginza.
E poi rientriamo verso il nostro campo base, non lontano dalla Tokyo tower. Usciamo per cena, il quartiere è in festa, ci sono ballerini che cantano e ballano su di un palco fatto di lanterne.

Redatto da: Chiara

 
Scroll