RICOLAJEEP1A CLASSE - ALVIERO MARTINIMASTERCARDSANDISK
 

Sacro e profano

Oggi la giornata è iniziata con l’ultima colazione vista porto di Sorrento.
Caricate le jeep il team è partito per Gaeta.
Il viaggio non è durato molto, circa 2h40 per il traffico ma appena arrivate il gruppo è rimasto sbalordito dal nuovo campo base.
Qui hanno nuovamente incontrato Elena Papuzzo, una veterana che ha deciso di far scoprire alle ragazze Gaeta la sua seconda casa.
Una villa grandissima immersa nel verde con una vista mozzafiato su tutto il lungomare di Gaeta “Aeneas’ landing”
Dopo aver pranzato qui con piatti a base di pesce buonissimo le ragazze hanno raggiunto le guardia parco per scoprire La Grotta dei Turchi.
Sono state bravissime a spiegare tutta la storia delle Grotte e le varie leggende (sacre e profane).
Uno dei punti più affascinanti è stato sicuramente quello della montagna spaccata, uno splendido connubio tra natura, tradizione e storia.
Il gruppo è entrato attraverso un corridoio a cielo aperto dove a metà tragitto hanno notato la famosa “ mano del turco “. Secondo la tradizione un miscredente turco non credeva che la montagna si fosse spaccata alla morte di Cristo e appoggiando la sua mano sulla roccia la montagna si rammollì lasciando la sua impronta.
Dopo aver finito il giro, la squadra ha raggiunto al porto di Gaeta il gruppo di vogatrici le quali gli hanno insegnato a vogare. É stato faticoso ma ce l’hanno fatta.
Per concludere la giornata un bel minestrone di verdure con vista mare.

 
Scroll