RICOLAJEEP1A CLASSE - ALVIERO MARTINIMASTERCARDSANDISK
 

Pitigliano e Sovana

Buongiorno! Sempre suggestive le Cascate del Mulino a Saturnia.
Piscine e cascate di acqua termale fumante dove turisti di tutto il mondo vengono per rilassarsi e godere del panorama suggestivo che si apre all’orizzonte.
Durante i trasferimenti Laura T. e Giorgia degustano le caramelle Ricola mentre Francesca e Laura C. commentano i vari borghi di passaggio.
Da Poggio Murella, dove soggiornano al Saturnia Tuscany Hotel Resort, partono alla scoperta dei vicini borghi.
Tra una chiacchiera e l’altra a bordo delle Jeep ecco il cartello Pitigliano, che borgo magnifico!
Arroccato su un promontorio di tufo sembra come fluttuare in aria. È soprannominato la “piccola Gerusalemme” perché nel XV secolo ospitò una grande comunità ebraica.
Risalendo tra le sue viette e viuzze contornate da casette in pietra troviamo Palazzo Orsini, appartenuto alla famiglia Orsini, i signori della contea di Pitigliano.
Francesca, passeggiando, nota un’artigiana che trasforma dei vecchi pneumatici in oggetti di vario tipo: borse, cinture, braccialetti.. dando così una seconda vita al materiale. Pazzesco!
È ora di pranzo, le ragazze salgono una ripida scalinata in tufo e raggiungono la piazza del Duomo di Pitigliano. È proprio lì, all’Hostaria dal Ceccottino, che degusteranno un gustoso pranzo a base di piatti tipici.
Pausa fatta, è tempo di risalire a bordo delle Jeep in direzione Sovana, famoso perché diede i natali a papa Gregorio settimo.
Borgo medioevale e rinascimentale conosciuto come importante centro etrusco.
Giorgia racconta qualche accenno di storia alle ragazze che, nel mentre, si guardano attorno incuriosite.
È tempo di rientrare al campo base, a Poggio Murella.
Laura T. e Giorgia, prima una, poi l’altra, commentano i vari borghi di passaggio tra le colline maremmane attraversate ormai in lungo e in largo con le loro Jeep.
Francesca e Laura C. invece, si rilassano nella Jacuzzi con vista sulle colline circostanti l’hotel.
Le Donnavventura, dopo una cenetta in veranda, vanno subito a lavorare.
Domani la sveglia suonerà molto presto! Perché? Ve lo raccontiamo domani.

 
Scroll