AITRRICOLASHISEIDO1A CLASSE - ALVIERO MARTINITOURING CLUB ITALIANOBFGoodrichJEEPMASTERCARDESERCITO ITALIANO

29/09/2019 - INGRESSO IN DANIMARCA

L’impatto, entrando in Danimarca, è stato da subito oltre che super positivo, oltre che assolutamente rilassante e piacevole.

In direzione di Mon (nostra prima tappa Danese) attraversiamo una mini isoletta di 7km x 3km dove ad “accoglierci” casualmente è proprio un Italiano! Incredibile ma vero. Si perché ci fermiamo in un baretto al piccolo porto per bere un caffe ( non un espresso perchè qui è davvero complicato berne uno), ed a sorpresa troviamo Christian il titolare del bar-pizzeria che ci racconta di essersi trasferito in Danimarca da circa 5 anni.

Ben felici di sentire un pò di aria di casa finalmente beviamo un espresso ( quasi vero). Continuiamo la nostra rotta verso Mon e anche arrivate li, a sorprenderci è un tramonto così spettacolare che ci siamo sedute per terra a fissarlo per tutto il tempo.

Tra uno scatto e l’altro. La nostra prossima tappa è Copenaghen, che già ha una bella fama di suo ma io sono una che non ha mai grandi aspettative e soprattutto non mi faccio quasi mai condizionare dai commenti altrui ( specialmente sui posti, città..) quindi come sempre arrivo con il mio spirito totalmente curioso e propenso nel conoscere, sapere, vedere da zero. Come se non avessi mai sentito parlare di quel posto.

Diciamo che è partita subito molto bene perché alloggiamo all’hotel D’Angleterre, uno dei più belli al mondo. La mia stanza e di Laura sembra quella di una principessa con vista sulla piazza principale ma soprattutto con vista sul canale costeggiato dalle casette colorate tipiche Danesi. Ma siamo a Copenaghen anche per un motivo ben preciso: vedere Copenhill, un progetto assolutamente innovativo che mette insieme rispetto per l’ambiente con divertimento e sport.

Hanno trasformato un incerenitore in una pista da scii artificiale di 400m. Qui incontriamo Camilla una veterana Donnavventura ed insieme a lei, alcune di noi, testano immediatamente la pista. Un’altra giornata interessante, non avrei di certo mai pensato di vedere una pista da scii costruita su un incerenitore… ma le sorprese con Donnavventura sono una costante. Continuiamo il nostro viaggio verso nord e la prossima tappa è Silkeborg.

Una piccola cittadina sempre più a nord e sempre più “Danese”. La nostra guida ci accompagna in una giornata un po’ più action rispetto a quelle precedenti. La mattinata comincia con un bel giro in canoa sul fiume e ovviamente potevamo non fare una gara? Risultato, sono scesa completamente inzuppata! In seguito siamo andate a piedi nel punto più alto della Danimarca, 147m si avete letto bene 147.

La vista era comunque sempre bellissima. Ci siamo concesse una passeggiata nel centro e per le vie pedonali abbiamo anche assaggiato un panino con wrustel tipico Danese, male per la dieta, benissimo per i nostri palati. Per finire in bellezza la giornata abbiamo deciso di sfidarci ai GoKart, è uscita tutta la grinta e tutto lo spirito competitivo che c’è in noi. Una lotta all’ultimo sangue direi! Sei donne in competizione, vi lascio immaginare. Ho avuto i calli alle mani per due giorni dalla tensione, non so se rendo.

Ultima tappa veloce prima di imbarcarci verso le Isole Faroe è Aalborg, dove andiamo immediatamente a visitare il faro ed a scattarci qualche foto ricordo, ma poi rientriamo per riposarci perchè ci aspetta un nuovo capitolo da vivere e da scrivere: l’Islanda.

Scroll