AITRRICOLASHISEIDO1A CLASSE - ALVIERO MARTINITOURING CLUB ITALIANOBFGoodrichJEEPMASTERCARDESERCITO ITALIANO

21/10/2019 - LE MALDIVE CON DONNAVVENTURA

Eccomi di nuovo a scrivere il reportage finale di questa incredibile esperienza. Viaggiare, scrivere, sognare...quanti sogni che si nascondono dietro all’oblò di un aereo! Oggi sono quì a scrivere dal mio volo che mi riporterà in Italia e voglio raccontarvi il mio che ho vissuto alle Maldive con Donnavventura. Quasi un mese in giro per le sue isole. A volte ancora non ci credo! Sono qui a scrivere della mia seconda spedizione esattamente a un anno dalla mia prima partenza. Il primo campo base Thudufushi non lo dimenticherò facilmente. Lo scenario è letteralmente da cartolina...palme verdi su una finissima spiaggia bianca...il paradiso esiste ! Questo è quello che ho pensato pochi minuti dopo essere approdata in questo luogo. Un’isola che abbiamo vissuto a piedi scalzi assaporando ogni suo silenzio fatto di sale. Anche i suoi fondali marini non sono da meno...un mondo fantastico dove le forme e i colori dei coralli superano l’immaginazione dei più fantasiosi creatori. Cosa mi mancherà? Tutto. Dal “Giù dalle brande del capo spedizione” a questo meraviglioso panorama. Con Donnavventura abbiamo la fortuna di vedere ogni singolo angolo più nascosto ed esclusivo dei posti in cui andiamo, e per un’eterna viaggiatrice come me...questo è vita ! Da qui è iniziata la nostra scoperta nell’Atollo di Ari. Ogni giorno abbiamo viaggiato su mezzi diversi, idrovolanti, Dhoni e altre imbarcazioni, per spostarci velocemente da un posto all’altro. Ricorderò per sempre l’isola segreta di Donnavventura... immaginate un diamante di sabbia bianchissima nel bel mezzo dell’Oceano Indiano. Una vera oasi sperduta circondata da acqua cristallina. Ma come farò a dimenticarla ? È impossibile dai !
Ricorderò con gioia anche i momenti trascorsi nella Laguna di Embhoodhoo all’HardRock, una nuova realtà maldiviana lontana dall’immaginario classico di isola paradisiaca, un luogo fatto di musica molto alternativo che sta prendendo forma proprio adesso e noi abbiamo avuto l’onore di visitarla proprio a pochi giorni dall’inaugurazione. Mi mancheranno i tramonti. Oh come mi mancheranno ! Che poi per una romanticona come me, di così belli se ne vedono pochi in giro! In spiaggia o in barca se vi trovate alle Maldive fermatevi in silenzio ad ammirarlo. Insomma, l’importante è che non vi troviate in camera perché sono troppo belli e la bellezza di questo istante è davvero impagabile. Ogni sera troverete colori diversi dalle mille sfumature di rosa e arancione. Resterete senza parole! Quì abbiamo incontrato anche il console italiano, con il quale abbiamo dialogato di temi attuali e conosciuto di più su questa splendida terra. Perché Donnavventura non è fatta solo di viaggi e scoperte ma anche di incontri interessanti. Dopo aver trascorso diversi giorni in questo posto, siamo volate verso nord, fino a raggiungere l’Atollo di Baa. Qui siamo atterrate in un nuovo campo base dal nome Finolhu. L’atmosfera quì è diversa dalle isole in cui siamo state, si respira un pò il fascino anni 70 e un pizzico di magia. La Bubble Room è stata un’esperienza incredibile per il cuore e per l’anima. Una piccola bolla trasparente alla fine della lunga lingua di sabbia, un angolo di paradiso in cui poter ammirare il cielo stellato. Il tempo in questa spedizione è volato più di quanto si possa immaginare. Ho avuto il grande piacere di vedere anche Athuruga, il primo campo base Maldiviano di Donnavventura che sognavo dal divano di casa assieme alla nonna Franca. Se chiudo gli occhi per un istante la mia mente torna all’ultimo bagno...abbiamo avuto la fortuna di nuotare con gli angeli dell’Oceano: le mante ! È stato come
danzare con loro in un grande acquario a cielo aperto. Insomma, queste Maldive mi sono proprio piaciute ! Ho vissuto il viaggio a più non posso, impegnandomi con tutta la squadra tirando fuori il lato migliore di me. Ogni viaggio lascia un segno indelebile ed in ognuno scopro un pezzetto di mondo che fa crescere sempre di più la Donnavventura che è in me. Conserverò gelosamente questo ricordo!

Scroll