AITRRICOLASHISEIDO1A CLASSE - ALVIERO MARTINITOURING CLUB ITALIANOBFGoodrichJEEPMASTERCARDESERCITO ITALIANO

16/01/2020 - DOHA

Il Qatar è stato l'ultima tappa di questa lunga spedizione partita dalla Svizzera in una bella giornata di inizio settembre.
È un Paese che non avevo mai pensato di inserire nella mia bucket list, ma che mi ha piacevolmente sorpreso.
Il nostro campo base è stato la sua capitale Doha, in un hotel situato proprio al centro del suo cuore autentico: il Souq Waqif. È proprio questo, infatti, il luogo nel quale la tradizione araba si conserva intatta all'interno di una città dal respiro internazionale, dinamica ed ultramoderna. Ed ancora una volta, come spesso capita nei viaggi di Donnavventura, sono i contrasti ad essere l'elemento caratterizzante che, nelle sue multiformi declinazioni, suscita in me un sempre rinnovato interesse.
Particolarità del Souq Waqif, rispetto a tutti gli altri mercati tipici mediorientali che ho visitato, è, stranamente, l'ordine. Infatti, nonostante siano presenti i classici negozietti di spezie, stoffe, gioielli, alimentari e “chi più ne ha più ne metta”, affacciati su strette viuzze, qui nessuno grida l'offerta del giorno della propria merce o cerca di convincere l'incauto turista ad acquistare qualcosa al triplo del suo prezzo reale, dopo una chiassosa trattativa. Nonostante ciò, l'atmosfera che si respira è comunque classicamente araba, grazie ai profumi, all'architettura e all'abbigliamento -rigorosamente tradizionale- di donne e uomini (spesso con un falco in mano) che l'affollano.
Ma Doha è, come ho detto, anche una capitale modernissima; basti pensare alla sua scintillante skyline, firmata da architetti famosi, al design dei suoi meravigliosi musei, specialmente quello di Arte Islamica ed il Museo Nazionale del Qatar, o alla National Library, luogo nel quale viene davvero voglia di mettersi a studiare.
Ed ancora, Doha è il luogo di partenza ideale per avventurarsi, come abbiamo fatto noi, nel deserto del Qatar, reso unico dalla presenza di un mare interno nel quale si tuffano alte dune di sabbia bianca. Qualcosa di sensazionale.
Un altro interessante angolo di mondo è stato visitato ed un'altra spedizione si è conclusa. Chissà cosa riserverà il futuro. Stay tuned!

Scroll